L’economia dell’Etiopia è stata messa in ginocchio dalle continue guerre con l’Eritrea, dai conflitti tribali e dalle ripetute carestie e siccità.

Si basa prevalentemente sull’agricoltura, in particolare si coltiva il caffè da esportazione nella zona degli altipiani e il tabacco e cotone nelle zone umide. L’industria si riduce a qualche fabbrica di cemento, tessile e alimentare. Nel sottosuolo si trovano oro e platino, ma sono i pochi giacimenti di petrolio a incidere sull’economia del paese.