La preparazione della valigia é legata al buon senso e alle esigenze personali del viaggiatore.

Sono sconsigliate le valige rigide, in favore di sacche morbide e zaini. Gli abiti devono essere freschi e leggeri e le scarpe comode, soprattutto se si decide di affrontare un trekking. Qualora ci si spingesse fino al deserto, durante i mesi invernali, é importante sapere che la notte l`escursione termica può far scendere le temperature anche sotto lo zero, in tal caso basterà partire dal proprio paese con indosso dei capi invernali comodi (calzettoni di lana, un maglione di lana o pile e una giacca a vento) che si riutilizzeranno al momento del bisogno.

Per quanto riguarda gli accessori, qui di seguito possiamo segnalarvi alcune cose più o meno indispensabili:

  • cappello
  • occhiali da sole
  • crema solare e burro di cacao protettivo ed emolliente
  • un impermeabile leggero per la stagione delle piogge
  • una piccola torcia tascabile
  • la macchina fotografica e le custodie necessarie a proteggere le apparecchiature dalla polvere e dalla sabbia
  • un lucchetto per il bagaglio (sempre prudente averne uno, anche se nelle assicurazioni di viaggio è inclusa quella sul bagaglio durante il trasferimento aereo e negli itinerari o escursioni da noi proposti i bagagli restano sempre custoditi)
  • salviette igienizzanti
  • repellente antizanzare
  • asciugamani e lenzuolo a sacco (non sempre negli alberghi delle zone rurali è disponibile biancheria immacolata)
  • lenti a contatto e i liquidi necessari (sono praticamente introvabili anche se é comunque preferibile utilizzare gli occhiali da vista, soprattutto durante la stagione secca, molto polverosa)
  • piccola farmacia da viaggio (in realtà le farmacie del Mali sono molto ben fornite di tutti i principi attivi di base, quali antibiotici, analgesici, anticoncezionali, antipiretici, disinfettanti e i medicinali per la cura delle malattie tropicali)
  • qualora si volesse effettuare una donazione per le comunità più svantaggiate, i materiali da prediligere sono vestiario, libri di qualsiasi genere e lingua, materiale scolastico, giochi per bambini, cibo non deteriorabile (come sacchi di riso, zucchero, latte in polvere). Ma è preferibile comperare i materiali direttamente in Mali, per aiutare l’economia locale, oltre che contribuire con il gesto umanitario, e soprattutto consegnare con criterio, affidandosi alla mediazione e l’assistenza di un’associazione locale.