Dall’arte tradizionale, alla musica, ai gioielli, ai tessuti, in Mali c’è solo l’imbarazzo della scelta sui souvenirs da comprare. I mercati sono numerosi e in ogni città principale ne troverete uno o più di uno, senza contare quelli a cadenza settimanale in ogni villaggio.

Per esempio a Bamako il Grand Marché è il più grande e fornito della capitale e le vie intorno pullulano delle più svariate attività commerciali. Qui potrete trovare vestiti, scarpe, borse, pentole, stoffe, feticci della medicina tradizionale e qualsiasi tipo di oggetto utile e meno utile. Nel settore dell’artigianato, troverete un concentrato di manufatti non solo legati alla tradizione maliana, ma provenienti da tutta l’Africa dell’Ovest, dalle maschere burkinabé a quelle del Ghana, dai tessuti bogolan decorati geometricamente, tipici maliani, a quelli figurativi della Costa d’Avorio, dagli argenti touareg agli orecchini peuhl.

A Place della République si trova il curioso mercato della medicina tradizionale, dove i marabouts e i féticheurs praticano incantesimi e preparano pozioni, talismani e feticci per tutte le esigenze. Questo è sicuramente il lato più affascinante del posto, ma altrettanto triste vedere appese ovunque pelli di animali, ossa e denti, teschi di qualsiasi specie animale, anche quelle in via di estinzione. Ricordiamo che è severamente vietato esportare sia animali protetti vivi che parti di essi.

Un altro posto molto interessante dove poter comprare è il mercato del riciclo nel Marché de Médine, dove una lattina vuota o una vecchia automobile vengono trasformate in oggetti utili. Qui vecchie lamiere e ferraglia prendono nuova forma, sotto gli incessanti e assordanti colpi tra il l’incudine e il martello, tutto rigorosamente con processo manuale. Pentole, mestoli, innaffiatoi, teiere, piccoli bracieri, scatolette e bauli di tutte le dimensioni, tutto forgiato esclusivamente con materiale riciclato. Una visita sicuramente frastornante, ma da non perdere.

Non lontano da Bamako, nella cittadina mandé di Siby, c’è la Maison del Karité, una cooperativa di donne che lavorano all’estrazione e alla lavorazione del burro di karité. Una visita vale sicuramente la pena, non solo per la qualità dei loro prodotti, ma anche per l’eco-sostenibilità e equo-solidarietà del progetto. Qui si trovano dalle pomate per il corpo e i capelli, ai saponi di varie profumazioni, tutti a base del prezioso burro di karité, ricco di proprietà cosmetiche, oltre a quello puro, ricco di proprietà terapeutiche e utilizzato anche nell’alimentazione.

A Segou troverete invece i migliori manufatti di cotone, tinti e decorati con la tecnica del bogolan, per esempio al Centre de Textile Ndomo, oppure delle belle sculture alla Galleria de Dolo a Segou Koura, o potrete sbizzarrirvi al mercato delle ceramiche. A Segou ci sono anche parecchie botteghe molto ben fornite, dove con un po’ di fortuna si possono anche trovare eccellenti manufatti di qualità, come marionette antiche, bronzi e maschere.

A Djenné potrete invece sbizzarrirvi al famoso mercato del lunedi, unico nel suo genere per la quantità immensa di merci e per la suggestione del luogo, di fronte alla bellissima Moschea.

Al Pays Dogon, ogni villaggio ha le proprie botteghe d’artigianato, dove si possono comperare i tipici copricapo dogon, le stoffe indigo, i gioielli di bronzo, le maschere tradizionali e soprattutto le tipiche porte lignee scolpite, che raffigurano i simboli della complessa cosmogonia dogon.

 

Mentre a Timbuktu, anche senza che cerchiate, saranno i proprietari dei negozi a trovare voi, proponendovi di visitare la loro bottega, straripante di gioielli e manufatti touareg.

Tutti questi oggetti di artigianato locale, avrete anche la possibilità di trovarli nei centri artigianali di Bamako, o all’interno di boutique solidali di cooperative o associazioni, dove spesso avrete la possibilità di ottenere un prezzo migliore. Contrattare il prezzo fa parte della cultura maliana e non deve sorprendere se ci si ritroverà a discutere anche il prezzo di una bottiglia di acqua, di un pacchetto di sigarette o di un kg di pomodori.

Kanaga Adventure Tours ha una boutique solidale di arte e artigianato locali, Kanaga Africa Shop, di prodotti cosmetici a base di karité e di prodotti alimentari biologici, con pezzi selezionati e contrattati da persone esperte, inoltre si occupa anche di far recapitare a mezzo spedizione la merce ingombrante, di difficile trasporto aereo, acquistata dai propri clienti durante gli itinerari, o quella prenotata che non è ancora disponibile al momento del ritorno in patria (per esempio abiti confezionati su misura).